placeholder
header

home | Archive | analysis | videos | data | weblog

placeholder
news in other languages:
placeholder
Editorials in English
fr
Editorials in Spanish
esp
Editorials in Italian
ita
Editorials in German
de

placeholder

HO DECISO! SEGUO LA STELLA POLARE :"LA REVOLUCION DI CHAVEZ"

Di Riccardo Sinta

20.03.05 | Dopo aver letto l'articolo di Luciana Castellina "Rivoluzione senza Rivoluzione", pubblicato a dicembre sul Manifesto, ho capito che tutto quello che avevo visto fino ad ora in Venezuela era una farsa e una menzogna.

Lei si che ha visto 'la luce' la ringrazio per avermi aiutato a trovare la retta via!

Lo capisco già dalle prime righe dove racconta come i ricchi se ne stiano barricati nei loro quartieri e come non sappiano che invece i poveri, razza da loro considerata come esseri di un'altra specie quasi non umana, appoggino chavez. Ho un piccolo dubbio però, mi sto domandando come abbiano fatto tutti quei ricchi a non accorgersi della razza subumana quando manifestavano insieme nelle strade entrambi con la bandiera del Venezuela e cantando lo stesso inno nazionale con il nodo in gola e le lacrime agli occhi?. Forse è proprio per questo, le lacrime hanno impedito ai ricchi di accorgersene.

Oppure nelle manifestazioni c'erano solo i ricchi?

Ma allora quanti ricchi ci sono in Venezuela se hanno fatto manifestazioni di un milione di persone nella sola Caracas? Sono tanti i ricchi allora! di cosa ci lamentiamo? Non è vero che la povertà è all'80%, eppure lo dice lei stessa. Così i conti non mi tornano però.

Io pensavo che dopo l'ingiurioso furto del Referendum Revocatorio la causa che ha portato la gente a non manifestare più fosse lo sconforto e la depressione per aver capito che anche la comunità internazionale ci aveva abbandonati ed aveva chiuso gli occhi davanti al vile atteggiamento degli osservatori del Centro Carter e dell'OSA che avevano anteposto la logica degli interessi internazionali al diritto alla libertà ed autodeterminazione di un popolo. Invece no! la Castellina mi ha fatto luce. Non c'è stata frode, non c'è stato un Registro Elettorale manipolato e contaminato con quasi due milione di votanti iscritti illegalmente (includende un grande numero di stranieri), attraverso la chiamata "mision identidad", non c'è stata l'imposizione a votare "NO" verso persone minacciate di perdere il lavoro, la pensione o l'assistenza sanitaria. No, i voti c'erano allora, tutti voti "puliti e bolivariani". E ciò malgrado che lo stesso chavez abbia affermato che se non fosse stato per "la mision identidad" avrebbe potuto perdere il referendum.

E poi ci sono le Missioni, che, grazie a Lei, Catellina, ho capito che non è vero che siano state create - secondo quanto detto dallo stesso Chavez - sotto consiglio del suo amico Fidel - solo al sesto anno del suo mandato, quando la sua popolarità andava a rotoli e ed era in ballo la realizzazione del referendum, perciò create con fini elettoralistici-clientelari! Ah le Missioni che grande soluzione nel paese! In ogni barrio ora hanno il 'medico cubano', che bello. Non importa che poi in fondo la maggior parte non sia poi così del tutto medico tanto i poveri mica sanno distinguere. Non importa che se un povero si ammala di qualche cosa di più grave di un raffreddore o un mal di denti ed abbia bisogno di andare in un ospedale si ritrovi con istituti che cadono a pezzi e si debbano procurare i guanti e il filo di sutura così come le medicine e tutto il resto e che ospedali pubblici ( che esistono al contrario di quello che dice la Castellina) con 20 sale operatorie se ne ritrovino solo tre o quattro di funzionanti alla bella meglio perchè le altre sono inagibili. Sicuramente la Castellina saprà dove andare se in qualche suo viaggio in Venezuela le dovesse venire una peritonite o dovesse avere un incidente automobilistico, andrà a Cuba perchè come lei stessa dice i malati più gravi è lì dove vengono spediti.

E poi gli analfabeti? Con la Mision Robinson ormai l'analfabetismo in Venezuela ben presto non esisterà più. Volete mettere? nelle scuole bolivariane gli anni di scuola superiore sono ridotti a due, in due anni riusciranno a preparare i giovani ed essere pronti per entrare nelle università bolivariane dove non ci sarà più la metodologia di giudizio sul rendimento accademico dello studente bensì verrà giudicato il "disimpegno studentesco", in poche parole se lo studente si atterrà alle regole della revolucion non importerà assolutamente il suo rendimento scolastico perchè questo non sarà tenuto in considerazione. Anche qui mi sorge un piccolo dubbio: ma se prima le scuole pubbliche non riuscivano ad educare i ragazzi in 5 anni come faranno ora in soli due anni? Mah, sarà che la metodologia revoluzionaria è più efficiente.

Mi fa piacere sentire che la Castellina sia riuscita a trovare da sola i colpevoli di Danilo Anderson, a quanto pare l'ha ucciso il terrorismo. Non capisco però se quando chiama Anderson 'prezioso' si riferisca a tutti i milioni che gli sono stati trovati in casa a che si suppone siano stati il frutto di estorsioni. Tutte le stranezze e incongruenze sulla morte di Anderson sono sfumate a quanto pare e se prima si pensava che potesse essere addirittura gente molto vicina a lui, ormai la Castellina ha trovato il colpevole: il terrorismo. Ma a quale terrorismo si riferisce? perchè in Venezuela c'è solo un terrorismo comprovato, quello delle FARC, il loro cancelliere che è stato arrestato in Colombia ma con l'aiuto di agenti venezuelani che lo hanno sequestrato a Caracas e portato oltrefrontiera, aveva casa in Venezuela, aveva anche carta d'identità e passaporto venezuelano e non solo, ha votato per il Referendum. Ma che bella persona! si è anche preoccupato di andare a votare come fanno tutti i cittadini esemplari.

La Castellina descrive un Chavez così bravo, generoso e così vototato verso i poveri che mi domando veramente come i DS possano continuare a insistere nel definirlo un dittatore e perchè invece di mandare l'On. Vacca la prossma volta non chiedano aiuto all'On. Mantovani, è di Rifondazione va beh ma lui però sa come stanno le cose! Come ha detto lui stesso pubblicamente, "in Venezuela i ricchi sono assassini!".

L'articolo di Luciana Castellina si può leggere al seguente link
http://www.ilportoritrovato.net/html/edicolacastellina.html



send this article to a friend >>
placeholder
Loading


Keep Vcrisis Online






top | printer friendly version | contact the webmaster J.B. | disclaimer
placeholder
placeholder