placeholder
header

home | Archive | analysis | videos | data | weblog

placeholder
news in other languages:
placeholder
Editorials in English
fr
Editorials in Spanish
esp
Editorials in Italian
ita
Editorials in German
de

placeholder

É caduta la maschera democratica di Hugo Chavez

Di Maria Luz FdC

É caduta la maschera democratica dal volto di Hugo Chavez e della sua rivoluzione, annullate praticamente milioni di firme per evitare una chiamata alle urne elttorali. Ieri Martedi grasso, approfittando delle festivitá del carnevale alle 23 il Consiglio nazionale Elettorale per bocca del suo presidente Francisco Carrasquero annunciava alla nazione che milioni di firme depositate dai cittadini per sollecitare il referendum reocatorio del presidente Hugo Chavez sono state sospese in attesa di ulteriori verifiche. Tale procedimento assolutamente illegale e incostituzionale in realtá priva i cittadini di esercitare uno dei diritti e doveri piú importanti nei paesi democratici, il diritto al voto e per conseguenza scegliere in pace e libertá i propri governanti.

Con un breve discorso il Sig. Carrasquero prima e il Sig Rodriguez poi, entrambi allieati con il regime, informavano in fragrante violazione a tutti i diritti costituzionali indicando che l'ente eletorale non ha la certezza che le firme raccolte corrispondano realmente a quella dei cittadini e pertanto i titolari di quelle che sono considerate dubbiose, circa un milione e mezzo dovranno di nuovo presentarsi negli appositi uffici e firmare ancora una volta giá che lo stesso CNE non ha un banco di dati per poter effetuare un controllo. In poche parole milioni di persone dovranno in solo pochi giorni 4 o 5 al massimo recarsi presso il CNE e stampare di nuovo la propria firma sotto gli occhi attenti di un gerarca del regime.

Di fronte a tale assurdo giuridico la stessa OEA cosi come il Centro Carter e la delegazione degli Stati Uniti tutti invitati come osservatori hanno suggerito di prelevare alcune firme a campione per effettuare tali controlli e accelerare o meglio rendere possibile il procedimento in caso contrario se si dovessero ripetere tutte le rubriche come pretende il regime significherebbe annullare completamente il processo elettorale. Mentre Hugo Chavez si dedica a comprare voti a cambio di concessioni nel gruppo dei paesi del Caricom sia caso la questione dovesse arrivare alla OEA o alla ONU invia i suoi emissari come Carrasquero e Rodriguez a fare il lavoro sporco chiaro con le spalle coperte dall'inneffabile vice presidente J.V.Rangel che giustamente oggi ricordava in una conferenza stampa sul pericolo che costituiscono i traditori cioé coloro che propiziarono il famoso colpo di stato del 2002, colpo che fu organizzato e portato a termine dallo stesso Chavez come unica salvezza. in un momento di forti pressioni popolari, un terribile inganno, trappola nella quale pagarono il prezzo con la vita ben 20 pacifici cittadini e centinaia di feriti. " Il solito ritormello, viloenti, traditori della patria, venduti ecc ecc. " Le solite frasi che oramai fanno parte del menú dei discorsi ufficiali in qualunque occasione.

Un'altra dolorosa stazione nella via crucis alla quale il regime di Hugo Chavez stá sottomettendo il popolo venezolano. Per ogni metro che li avvicina al Calvario del referendum aumenta la pressione del regime, gli insulti, la violenza e il cinismo di colui che fu eletto per portare il benessere alla nazione. Uno stato di funzionari corrotti, di soldati che oramai sono solamente mercenari di una giustizia che funziona solamente per coloro che si inginocchiano al potere e di uno stato che invece di proteggere i cittadini li umilia dopo avergli spogliati del unico autentico diritto, la libertá e la democrazia.

Tutti i partiti democratici di opposizione nonostante la rabbia e la disillusione hanno espresso la volontá di appoggiare totalmente la proposta degli osservatori e della OEA con la decisa assoluta di seguire nel cammino della pace ed evitare la trappola della violenza nella quale li vuol far cadere il regime. Daranno il loro appoggio gli altri membri della comunitá democratica del mondo o si limiteranno solo a osservare come Ponzio Pilato ?



send this article to a friend >>
placeholder
Loading


Keep Vcrisis Online






top | printer friendly version | contact the webmaster J.B. | disclaimer
placeholder
placeholder